Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

galeno | catalogo delle traduzioni latine
Menu di navigazione
home » Traduzioni » Dettagli

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Ars medica tradotta da Giovanni Mainardi: Ars medicinalis

Traduzione dal greco di Mainardi Giovanni

Traduzione incompleta: libro I (fino a p. 281, 10 B)

Data: 1512

Lettera di Giovanni Mainardi a Timoteo, suo figlio

Inc. lettera: Laborem hunc exponendi Galeni librum, qui Ars medicinalis inscribitur

Inc. testo: Tres sunt omnes doctrinae ordini haerentes

Expl. testo: et quale unumquodque est, satis determinatum. De signis deinceps dicendum

Fonte: 1529 Basel, Cratander; 1536 Basel, Bebel

Note
Giovanni Mainardi dedica al figlio Timoteo il commento all'Ars med., che comprede anche la traduzione del testo greco.
Nel 1525 e nel 1529 pubblica soltanto il commento al proemio dell'Ars med. (fino a p. 276, 5 B, expl.: quae per diexodum demonstrata sunt, nunc dicentur) utilizzando materiale che risale alle lezioni tenute a Ferrara nel 1512.
Il testo commentato si amplia nelle edizioni successive, da quella del 1536, e riguarda il I libro dell'Ars med., secondo una divisione del testo che compare nella tradizione latina, ma non nei mss. greci.
La traduzione di Mainardi segue da vicino quella di Leoniceno, discussa in dettaglio nel commento, dove se ne segnala un'omissione (διδασκαλίαν a 275, 3 B). A questo proposito Mainardi cita l'autorità di due mss. greci antichissimi (p. 120, ed. 1529): Nos, qui ex fide duorum Graecorum codicum antiquissimorum trasferre, ut trantulimus, conati sumus, legi illi parentes (capitale enim est legibus non parere) exponere etiam ita Galenum cogimur. Di questi mss., per il momento, non si può proporre nessuna identificazione.


Edizioni [mostra/nascondi dettagli]
  • 1529 (luglio) Basel, Cratander
    • Traduzione attribuita a Giovanni Mainardi
    • Traduzione incompleta: proemio
    • Ristampa
  • 1536 Basel, Bebel
    • Traduzione attribuita a Giovanni Mainardi
    • Traduzione completa
    • Ristampa
    • Note
      Si tratta di una ristampa del proemio, mentre il resto del testo (I libro dell'Ars med.) è stampato per la prima volta.


icona top