Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

galeno | catalogo delle traduzioni latine
Menu di navigazione
home » Traduzioni » Dettagli

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


De anatomia parva: Cophonis Anatomia porci


Data: sec. XII prima metà

Inc. testo: Quoniam interiorum membrorum corporis humani compositiones omnino erant ignotae

Expl. testo: ipse dicitur opticus; et qui venit ad aures dicitur auditorius nervus

Fonte: De Renzi 1853

Note
Breve opera anatomica di origine salernitana, attribuita a Galeno e conosciuta anche come Anatomia porci o Anatomia Cophonis (= AP), una sorta di discorso pubblico di accompagnamento alla dissezione di un maiale.
Secondo Martorelli 2011 si tratta di una riduzione o di un riadattamento di un'altra opera anatomica pseudo-galenica d'origine salernitana, ma in questo caso di anatomia umana (= AG), conservata in almeno due differenti redazioni e probabilmente precedente alle altre anatomie salernitane derivate dal Pantegni di Costantino Africano (m. 1087); inc.: Sicut asserit Galienus duplex est anathomia vivorum et mortuorum. Martorelli 2011 è arrivata a questa conclusione studiando la tradizione manoscritta di entrambe le opere anatomiche: AP sarebbe conservata in 15 mss., mentre AG in 11.
AP compare come opera spuria, con il titolo De anatomia parva, nelle edizioni di Galeno a partire dalla seconda, curata da Girolamo Suriano e stampata a Venezia nel 1502.
È stata pubblicata per la prima volta da De Renzi 1853 come Cophonis Anatomia porci nel vol. II della Collectio Salernitana, sulla base delle edizioni del Cinquecento. De Renzi la ritiene opera di Cofone o derivata dall'opera di Cofone, un medico salernitano di cui si conosce poco, vissuto probabilmente tra XI e XII sec.; cf. DBI 26 (1982). In seguito è stata ripubblicata nel 1927 da Corner e da Sudhoff con l'utilizzo di alcuni mss.: entrambi mettono in dubbio la paternità di Cofone, ma mentre Sudhoff evidenzia elementi precostantiniani in AP, Corner la ritiene comunque successiva al Pantegni di Costantino, almeno nella revisione o nel completamento.


Manoscritti [mostra/nascondi dettagli]
  • Bamberg, Staatsbibliothek, Med. 12, sec. XV secondo quarto, ff. 64v-65v
    • Formula inizio: Incipit Galienus de anathomia porci
    • Inc.: Anathomia est recta divisio membrorum que sic fit
    • Expl.: dicitur posticus nervuus et sic est finis
    • Note
      Manca il proemio.
  • Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. lat. 2378, sec. XIV prima metà, f. 62vAB
    • Formula inizio: -
    • Formula fine: Explicit liber Galieni de anatomia symie [sic]. Amen, amen, amen
    • Inc.: Quoniam interiorum membrorum humani corporis dispositiones omnes
    • Expl.: qui est albus et angustus dicitur octiquus [sic]. Amen
  • München, Bayerische Staatsbibliothek, Clm 13034, sec. XIV inizi, f. 48vB
    • Formula inizio: Incipit anothomia Galieni de interioribus
    • Formula fine: -
    • Inc.: Quoniam interiorum membrorum disposiciones humani corporis ignote
    • Expl.: que ab epate per medium diafragma
    • Note
      Il testo si interrompe a p. 389, 9 dell'edizione di De Renzi.
  • Salzburg, Salzburg Museum, 4004, sec. XIV, f. 195rBvB
    • Formula inizio: Incipit liber Galieni de anotomia
    • Formula fine: Explicit liber Galieni de anotomia porci
    • Inc.: Quoniam interiorum membrorum corporis humani passiones
    • Expl.: posticus nervus


Edizioni critiche
  • [Corner 1927, 48-53] nota
  • [De Renzi 1853, 385-390] nota


Saggi
  • [Martorelli 2008] nota
  • [Martorelli 2011] nota


icona top