Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

galeno | catalogo delle traduzioni latine
Menu di navigazione
home » Traduzioni » Dettagli

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Ars medica in traduzione anonima (VI sec.): Ars

Traduzione dal greco

Traduzione incompleta: sono conservati solo i lemmi abbreviati.

Data: sec. VI

Inc. testo: Tres sunt omnes doctrinae ordinem habentes

Expl. testo: -

Fonte: Palmieri 1997

Note
Si tratta di una traduzione tardoantica dell'Ars med. perduta, di cui possediamo soltanto i lemmi abbreviati citati nel commento di Agnello da Ravenna, iatrosofista del VI sec., conservato nell'Ambros. G 108 inf.; lo stesso commento, con i lemmi abbreviati dell'Ars med., è conservato nel Pal. lat. 1090, dove però è attribuito a Gessio (VI sec.); cf. l'edizione di Palmieri 1997.
Sul rapporto di questi lemmi con i mss. greci dell'Ars med. cf. Boudon 2000, 242-244.
Sul rapporto della traduzione tardoantica dell'Ars med. con quella diffusa a partire dal XII sec. cf. Palmieri 2011; Fischer 2013.


Manoscritti [mostra/nascondi dettagli]
  • Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Pal. lat. 1090, sec. XV metà, ff. 42v-94r
    • Traduzione anonima
    • Traduzione incompleta: lemmi abbreviati
    • Formula inizio: Incipit liber in scholia de arte Galieni
    • Formula fine: Finit presens actio et tertia pars totius codex feliciter. Deo gratias semper. Expliciunt scolia de arte Galieni Gessioy Atrosfiste [sic]
    • Inc.: Tres sunt omnes doctrine
    • Note
      I lemmi abbreviati dell'Ars med. sono contenuti nel commento attribuito a Gessio, lo stesso che nell'Ambros. G 108 inf. è attribuito ad Agnello da Ravenna.
  • Milano, Biblioteca Ambrosiana, G 108 inf, sec. IX fine, ff. 49v-91r
    • Traduzione anonima
    • Traduzione incompleta: lemmi abbreviati
    • Formula inizio: Incipit ars Galeni
    • Formula fine: Finit praesens tertia pars vel totus codix. Finit praesens actio XLIII. Ex voce Agnello archiatro, Deo iuvante, ego Simplicius medicus legi, contuli et scripsi in Ravenna feliciter
    • Inc.: Tres sunt omnes doctrinae ordinem habentes (text.)
    • Expl.: commemorans quod ipse fecit (comm.)
    • Note
      I lemmi abbreviati della traduzione tardoantica, che non è conservata, sono contenuti nel commento di Agnello da Ravenna (ff. 48v-91r).


Edizioni critiche
  • [Palmieri 1997] nota


Saggi
  • [Fischer 2013, 694-695] nota
  • [Palmieri 2011] nota


icona top