Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

galeno | catalogo delle traduzioni latine
Menu di navigazione
home » Traduzioni » Dettagli

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


De cura lapidis in traduzione anonima: De cura lapidis

Traduzione dall'arabo

Inc. testo: Canon quem scripsit Alguaçir Albuleiçor filius Abumelech Filuçer imperatori Saracenorum

Expl. testo: et liquiritie aut alicuius istorum ad pondus .z.ii. ieiuno stomaco

Fonte: 1490 Venezia, Pinzi (ed. completa)

Note
Sui mss. e sulle edizioni di questa traduzione, oltre a quelle di Galeno, cf. L. Thorndike, P. Kibre, A catalogue of incipits of Mediaeval scientic writings in Latin, Cambridge 1963, 185.


Edizioni [mostra/nascondi dettagli]


icona top