De constitutione artis medicae tradotto da Niccolò da Reggio: De constitutione artis medicine ad Patrofilum

Traduzione dal greco di Niccolò da Reggio


Traduzione completa


Data: sec. XIV prima metà


Inc. testo: Quia videris mihi, o Patrofile, divinam quandam pati passionem


Expl. testo: intentiones sanationis que sunt secundum unamquamque earum


Fonte: Paris, Bibliothèque de l'Académie de Médecine, 53


Note
Niccolò da Reggio potrebbe aver tradotto il De const. art. med. negli ultimi anni della sua attività, intorno al 1345, quando traduce il De difficultate respirationis, dopo De praen.; cf. Fortuna 2014, 82-84.
Questa traduzione dipende da un originale greco perduto, indipendente dal Laur. plut. 74, 3 del XII sec., l'unico ms. greco conservato che contiene per intero il De const. art. med.; cfr. Fortuna 1997, 28-32.


Manoscritti [mostra/nascondi dettagli]

Edizioni [mostra/nascondi dettagli]

Saggi